Ott 24, 2009 - opinioni    3 Comments

L’IDROGENO DI CHEOPE 4° PARTE – THE HYDROGEN OF CHEOPS PART 4

In origine, neIl’ Antico regno, i visceri estratti dal corpo del defunto venivano riposti in una cassetta a 4 scomparti solo con il Medio Regno, e segnatamente con la XII dinastia, viene introdotto l’uso di veri e propri vasi canopici, con coperchio a forma di testa umana, contenuti in una cassetta a scomparti protetta da 4 dei (Iside, Nephtys, Neith e Selkis) che rappresentano le teste dei quattro figli di Horo che avranno un posto di rilievo anche nella cerimonia della psicostasia.

 

Originally, in the Old Kingdom, the viscera extracted from the dead person would be placed in a box with four compartments. It was only in the Middle Kingdom, and most particularly during the XII dynasty, that the use of the real canopic jars were introduced, their lids in the form of heads. They were contained in a box with compartments. The lids of the canopic jars represented the protective Gods Isis, Nephtys, Neith & Selkis (the four children of Horus) and played an important part in the ceremony of psychostasia.

1.jpg

1- Imset con la testa umana rappresenta la dea Iside e contiene il fegato;

2- Qebehsenuf con la testa di falco rappresenta il dio Selkis e contiene gli intestini;

3- Hapi con la testa di babbuino rappresenta il dio Nefti e contiene i polmoni

4- Duamutef con la testa di sciacallo rappresenta il dio Neith e contiene lo stomaco;

 

Se consideriamo la grande piramide di Cheope come un enorme organismo vivente allora possiamo suddividerlo nelle quattro parti che corrispondono agli organi vitali e al dio protettore, iniziando dal basso verso l’alto.

 

1 – I condotti ascendente,discendente e la camera incompiuta corrispondono agli intestini e al dio Selkis;

2 – La grande galleria, lo stomaco e il dio Neith (Seth).

3 – La camera della regina, i polmoni e il dio Nefti

4 – La camera del re rappresenta il fegato e quindi la dea Iside.

 

Il disegno (in rosso), che corrisponde alla camera incompleta e i condotti, rappresenta un falco stilizzato e rovesciato.

 

1- IImset, with a human head, represents the Godess Isis and contains the liver.

2- Qebehsenuf, with a falcon’s head, represents the God Selkis and contains the intestines.

3- Hapi, with the head of a baboon, represents the God Nefti and contains the lungs.

4- Duamutef, with the head of a jackal, represents the God Neith and contains the stomach.

If we think of the great pyramid of Cheops as a living organism, we can divide it into four parts corresponding to the vital organs and their respective God protectors, from the base upwards.

1- The rising and descending conduits and the unfinished chamber corresponds to the intestines and the God Selkis.

2- The Great Gallery, the stomach and the God Neith (Seth).

3- The Queen’s Chamber, the lungs and the God Nefti.

4- The King’s Chamber, represents the liver and thus the God Isis.

The design (in red), which shows the incomplete chamber and the passageways, represents an inverted stylized falcon.

2.jpeg

 

 

La funzione dell’intestino è quella di fornire energia meccanica al funzionamento dell’impianto ed eliminazione dei sottoprodotti attraverso l’ingresso dell’acqua del Nilo tramite la camera incompleta (testa) e la fuoriuscita delle acque azotate attraverso il foro chiamato “entrata” dotato di una porta che comunica con l’esterno.

La struttura della camera incompleta permette l’ingresso dell’acqua impedendo la sua fuoriuscita in modo da garantire una pressione sufficiente al funzionamento della grande galleria ( stomaco) e la camera della regina ( polmoni).

 

Non è difficile immaginare la grande galleria come un enorme stomaco.

4.jpg

 

The function of the intestine is to produce the mechanical energy necessary for the functioning of the installation and the elimination of the bi-products through the Nile water entrance, via the incomplete chamber (head), and the flow of the nitrogenous waters out through the opening, called ‘entrance’, with its door to the outside.

The structure of the incomplete chamber allows the water to enter and yet impedes its exit in such a way that an adequate pressure for the functioning of the Great Gallery (stomach) and the Queen’s Chamber (lungs) is maintained.

 

It is easy to imagine the Great Gallery as an enormous stomach.

3.jpeg

 

La sua fisiologia è quella di un enorme digestore anaerobico dove la biomassa composta da materiale vegetale (canne palustri) e deiezioni animali viene trasformata in biogas. La pressione dell’acqua fornita dall’intestino ( condotto ascendente) permette il movimento dello stantuffo composto dai blocchi di granito che comprimo il gas per alimentare la camera del re ed eliminare, durante la discesa, i sottoprodotti della fermentazione.

 

Its physiology is that of an enormous anaerobic digester in which the biomass composed of vegetable oesophagus matter (marsh reeds) and animal excrement is transformed into mucose membrane biogas. The water pressure supplied by the intestine (the ascending passage) pilorus allows for the movement of the plunger, made up of the granite blocks, which duodenum layers of muscle compresses the gas that feeds the King’s Chamber and then, on its descent, eliminates the bi-products of the fermentation.

La scimmia con le sue lunghe braccia collega l’esterno con la grande galleria.

The monkey, with its long arms, links the outside with the Great Gallery.

 

5.jpeg

La pressione e depressione formata dall’afflusso e deflusso di acqua all’interno della camera della regina permette di far affluire aria esterna che viene miscelata al biogas prima dell’ingresso della camera del re, un po’ come funzionano i polmoni in un organismo vivente.

 

Eccoci finalmente alla camera del re rappresentata da Iside e l’organo del fegato.

 

Increase and decrease of pressure is created by the inflow and outflow of water in the Queen’s Chamber. This allows for the inflow of the external air which is mixed with the biogas before it enters the King’s Chamber, rather like the functioning of the lungs in a living organism.

Here we are finally in the King’s Chamber (represented by Isis and the liver).

 

 

6.jpeg

 

Il fegato è l’organo dove avvengono le principali trasformazioni biochimiche degli alimenti e come abbiamo visto nel precedente capitolo la camera del re funziona da cella elettrolitica dove la miscela di aria e biogas sono il carburante per il suo funzionamento, cioè l’energia contenuta nei loro componenti viene trasformata in energia elettrica.

A conferma di ciò un’iscrizione del Tempio di Dendera nella colonna di sinistra.

 

It is in the liver that the principle biochemical transformations take place. As we have seen in the previous chapter, the King’s Chamber functions as an electrolytic cell in which the mix of air and biogas is the fuel. Thus the energy contained in each component is transformed into electrical energy.

An inscription on the left hand column in the Temple of Dendera confirms this.

 

7.gif

 

“l’energia – Mhn – presente nell’aria di due terre è stata inviata dalla stanza di controllo nella casa del giudizio, la casa celeste del Dio del cielo Nut, il quale è il primo nella presenza di Ra (scarabeo) nel silenzio del suo trono”.

Il mito di Iside sposa di Osiride ci da una descrizione simbolica del funzionamento della piramide di Cheope.

“Osiride portò la civiltà agli uomini, insegnò loro come coltivare la terra e produrre il vino e fu molto amato dal popolo. Seth ( lo sciacallo, lo stomaco), invidioso del fratello, cospirò per ucciderlo. Egli costruì in segreto una bara preziosa fatta appositamente per il fratello e poi tenne un banchetto, nel quale annunciò che ne avrebbe fatto dono a colui al quale si fosse adattata. Dopo che alcuni ebbero provato senza successo, Seth incoraggiò il fratello a provarla. Appena Osiride vi si adagiò dentro il coperchio venne chiuso e sigillato. Seth e i suoi amici gettarono la bara nel Nilo, facendo annegare Osiride. Questo atto simboleggerebbe l’annuale inondazione del Nilo.

Iside con l’aiuto della sorella Nefti (la scimmia, i polmoni) riportò Osiride alla vita usando i suoi poteri magici. Prima che si potesse vendicare Seth uccise Osiride, fece a pezzi il suo corpo e nascose le quattordici (secondo alcune fonti: tredici o quindici) parti in vari luoghi. Iside e Nefti (la scimmia, i polmoni) trovarono i pezzi (eccetto i genitali, che erano stati mangiati dal pesce Ossirinco). Ra (lo scarabeo) mandò Anubi e Thot ad imbalsamare Osiride, ma Iside lo riportò in vita. Successivamente Osiride andò negli inferi per giudicare le anime dei morti, e così venne chiamato Neb-er-tcher (“il signore del limite estremo”).”

Il granito, che costituisce la struttura della camera del re e della struttura sovrastante, è composto principalmente da quarzo, dotato di proprietà piezoelettriche. In pratica la sua struttura molecolare si deforma elasticamente se attraversata da un flusso di corrente o di onde elettromagnetiche, per poi riassestarsi quando il flusso cessa. Durante la fase di passaggio, il quarzo vibra e muta la distribuzione delle cariche che lo attraversano.

Mentre la massa litica della piramide è fondamentalmente fatta di pietra calcarea. Il calcare è costituito da carbonato di calcio, dotato di qualità anisotrope. Ciò vuol dire che ha una capacità di conduzione variabile in base alla velocità ed alla direzione delle onde elettromagnetiche, quindi può essere utile a controllare la propagazione della radioattività.

 

‘The energy – Mhn – present in the air of the two earths is sent from the control chamber to the house of judgement, the celestial house of Nut, the God of heaven, who is the first in the presence of Ra (scarab) in the silence of his throne’.

The myth of Isis, spouse of Osiris, provides a symbolical description of the function of the pyramid of Cheops.

‘Osiris brought civilization to humankind, teaching them how to cultivate the earth and produce wine and he was very much loved by the people. Seth (the jackal, stomach), envious of his brother, conspired to kill him. Secretly he constructed a precious coffin especially for his brother and then gave a banquet announcing that he had made a present for the one to whom it was best suited. After some had tried it without success, he encouraged his brother to try it. As soon as Osiris had settled inside it, the lid was closed and sealed. Seth and his friends threw the coffin into the Nile, drowning Osiris. This act could symbolize the annual inundation of the Nile.

With the help of Nefti her sister (the monkey, lungs), Isis brought Osiris back to life, using her magic powers. Before Osiris could take his revenge, Seth killed him, cut up his body into 14 pieces (according to some 13, to others 15) and hid them in various places. Isis and Nefti (the monkey,lungs) found the pieces (except the genitals which the fish Ossirinco had eaten). Ra (the scarab) sent Anubis and Thot to embalm Osiris. But Isis brought him back to life. Thereafter Osiris went to the underworld to judge the souls of the dead, & thus became known as Neb-er-tcher (‘the Lord of the further- most boundary’).

The granite used for the King’s Chamber and the structure above it is principally composed of quartz which has piezoelectric properties. In practice its molecular structure deforms flexibly if a flow of current or electromagnetic waves pass through it, and then settles back when the flow ceases. During this passing phase the quartz vibrates and changes the distribution of the charges which pass through it.

However, the lithic mass of the pyramid is basically composed of calcareous stone (limestone). Limestone is calcium carbonate and anisotropic. This means that it has a variable conductive capacity, depending on the speed and direction of the electromagnetic waves. Thus it can be useful in the control of radioactive propagation.

 

8.jpeg

Catalizzata dagli enzimi batterici (Archea) avviene la seguente reazione chimica:

CH4 + 2H2O —— CO2 + 8e- + 8H+

Gli ioni idrogeno reagiscono con l’ossigeno: 8H+ + 2O2 ——- 4H2O

Mentre gli elettroni migrano al condensatore dispositivo atto a realizzare un adeguato valore concentrato di capacità elettrica. Un condensatore si realizza generalmente mediante due superfici di materiale conduttore con interposto un mezzo dielettrico (isolante). Applicando una differenza di potenziale tra le armature si crea un campo elettrico nel dielettrico e, grazie al lavoro del generatore, un accumulo di carica sulle stesse (carica positiva sull’una e negativa sull’altra), tanto più grande quanto più è grande la capacità del condensatore.

Ma una domanda sorge spontanea: se gli antichi egizi utilizzavano la grande piramide di Cheope per la produzione di energia elettrica dovevano disporre anche di una rete per la sua distribuzione e utilizzazione?

Witricity (contrazione di wireless electricity, elettricità senza fili) è una tecnologia sviluppata nei laboratori del MIT di Boston (USA) e pubblicata nel 2007. Essa consente di trasmettere energia senza fili tra le apparecchiature elettriche od elettroniche, basandosi su un principio dimostrato già da Nikola Tesla nel 1893.

Il prototipo realizzato in TILab si colloca su un’altra scala di potenze e dimensioni, pur mantenendo l’efficienza dell’omologo d’oltre oceano. Esso è stato concepito per trasmettere potenze dell’ordine del watt a breve distanza. Dotato di un trasmettitore quarzato, allo stato solido e di ridotte dimensioni, in grado di accettare potenze di pilotaggio fino a 100 watt e operare in un range di frequenze comprese tra 3 e 30 MHz. (Onde evanescenti e trasmissione di energia senza fili – Valter Bella).

When catalysed by the bacterial enzymes (Archea), the following chemical reaction takes place:

CH4 + 2H2O ——— CO2 + 8e- + 8H+

The hydrogen ions react with the oxygen: 8H+ + 2O2 ——- 4H2O

Meanwhile the electrons migrate to the regulating condenser activated to realize a sufficiently concentrated value of electrical capacity. A condenser is generally made up of two surfaces of conductive material with a dielectric medium (insulator) between them. Applying a difference of potential between the armatures creates both an electric field in the dielectric medium and a build up of charge (positive charge on one and negative on the other), greater or lesser depending on the capacity of the condenser.

But a spontaneous question now arises: if the ancient Egyptians utilized the great pyramid of Cheops to produce electrical energy, did they not also need a network to distribute and use it?

Witricity (short for wireless electricity) is a technology developed in the laboratories of MIT Boston (USA) and published 2007. This is based on a principle already demonstrated by Nicola Tesla in 1893 and allows for the transmission of energy without wires between electric or electronic appliances.

A prototype developed by TILab makes possible a jump in both power scale and dimensions, assuming, after crossing the ocean, it can maintain its effectiveness on arrival. It was conceived of as a method of transmitting power of the order of watts over short distances. The prototype was equipped with a small solid-state quartz transmitter capable of receiving power in experiments up to 100 watts and operating in a range of frequencies between 3 and 30 MHz.

(Onde evanescenti e trasmissione di energia senza fili – Valter Bella).

9.jpg

Quando un circuito con induttanza (L) e capacità (C) collegate in parallelo (A) viene eccitato da un’energia esterna, a radiofrequenza, l’energia elettromagnetica percorre l’induttore L ed il condensatore C ed assume alternativamente la forma di un campo magnetico (durante la fase di corrente nell’induttanza) e di un campo elettrico (durante la fase di tensione al condensatore).

When a circuit with inductance (L) and capacity (C) connected in parallel (A) is stimulated by an external energy, on a radio frequency, the electromagnetic energy passes through the inductor L and condenser C . It assumes alternately the form of a magnetic field (during the phase of current in the inductance) and an electrical field (during the tension phase at the condenser).

10.jpg

Nelle immediate vicinanze del circuito c’è un campo d’induzione elettromagnetica che decresce secondo il cubo della distanza. Un tale circuito però non crea un significativo campo di radiazione, tuttavia se si modifica la struttura del condensatore aumentando la distanza tra le sue armature e si stira l’induttore in maniera che le due componenti del circuito occupino uno spazio massimo, il prodotto LC rimane inalterato ed il circuito è in grado di produrre una radiazione elettromagnetica in grado di propagarsi nello spazio (campo lontano). Un siffatto circuito prende il nome di “antenna” e la capacità si è ripartita per tutta la lunghezza dell’induttanza, che è stata stirata sino ad assumere la forma di filo ( B ). L’obbiettivo in oggetto è però quello di realizzare un loop con un campo elettrico di prossimità quanto più debole possibile e ciò è possibile concentrando la capacità del circuito in un condensatore, invece che ripartirla per tutta la lunghezza del filo irradiante. E’ per questa ragione che in fase progettuale si sceglie un loop composto da un’unica spira ( C ), dove il campo elettrico si concentra quasi esclusivamente nel condensatore, mentre quello magnetico si sviluppa su una superficie sufficiente a consentire l’emissione del campo vicino. La direzione di emissione principale del loop magnetico è radiale nel piano della spira ( D ), mentre nelle due direzioni perpendicolari che tagliano tale piano, la radiazione è minima. Occorre operare un distinguo tra i loop in elettronicamente piccoli e grandi. Un loop si definisce elettricamente piccolo quando la lunghezza del cavo che lo avvolge lungo il suo perimetro è molto minore della lunghezza d’onda applicata (minore di 0,22 volte la lunghezza d’onda). Nei loop elettricamente piccoli la corrente che vi scorre all’interno è uniforme in tutte le porzioni del cavo, mentre nei loop elettricamente grandi la corrente varia lungo la lunghezza del conduttore. I loop grandi rispondono fondamentalmente alla componente elettrica dell’onda TEM.

In the immediate vicinity of a circuit there is an electromagnetic induction field which decreases with the cube of the distance. But such a circuit does not create a sufficient radiation field. Nevertheless, if one modifies the structure of the condenser, increasing the distance between its armatures, and if one stretches the inductor in such a way that the two components of the circuit occupy the maximum space, the product LC remains unchanged and the circuit is able to produce an electromagnetic radiation capable of propagating itself in space (distant field). Such a circuit is called ‘antenna’ and the capacity is distributed over the whole length of the inductance, which is stretched to assume the form of a wire (B). The objective aimed at is, however, to create a loop with a proximate electrical field as weak as possible. This is possible by concentrating the circuit capacity in a condenser instead of distributing it over the full length of the irradiating wire. It was for this reason that, in the planning phase, a single coil loop was chosen (C) in which the electric field is concentrated almost exclusively in the condenser, whereas the magnetic field develops on a surface sufficient to permit the emission of a field nearby. The direction of the principle emission of the magnetic loop is radial in the plane of the coil (D), while in the two perpendicular directions which cut such a plane, the radiation is minimal. One must make a distinction between electronically small and large loops. A loop is said to be electronically small when the length of the cable which winds around its perimeter is much less than the applied wave (less than 0,22 times the length of the wave). In small electric loops, the current passing through is uniform in all sections of the cable, while in electronically large loops the current varies over the length of the conductor. Large loops basically respond to the electronic component of the TEM wave.

11.jpg

La geometria insegna che, per una linea di una data lunghezza posta in modo da circoscrivere una certa area, la forma circolare è quella che presenta la maggiore superficie e quindi, in questo particolare contesto, il loop circolare è quello che meglio coniuga i suddetti requisiti tra loro contrastanti. Infine per l’efficienza di scambio energetico, tra loop emettente e quello ricevente, questi debbono possedere un fattore di merito Q estremamente elevato. In sostanza per un efficiente trasferimento energetico: Q emittente per Q ricevente maggiore di 106.

 

Geometry teaches us that for a line of a certain length placed so as to circumscribe an area, the greatest surface area will be contained within a circular line. Thus, in this particular context, the circular loop is that which best meets the requirements mentioned above. Finally, for the efficient exchange of energy between the emitting and receiving loops, the loops must possess an extremely high merit factor Q. In short, for an efficient energy transfer: Q emitting x Q receiving >106 .

12.jpeg

Gli effetti energetici di un’onda evanescente sono percepibili sino ad un terzo della sua lunghezza d’onda, dopodiché essi decadono in modo esponenziale, vanificando bruscamente la resa del sistema. L’attuale efficienza dei dimostratori ( con frequenze 3-30 MHz ) si estingue bruscamente oltre i due metri. Usando una frequenza operativa più bassa (la “Camera del re” risuona a 740 Hz), ossia una lunghezza d’onda maggiore, questa portata utile aumenta, ma necessita di un loop di grandi dimensioni per mantenere costante il loro guadagno. L’utilizzo di metalli nobili come l’oro riducono la resistenza dei loop incrementando il loro fattore di merito Q, aumentando l’efficienza del trasferimento di energia.

The energetic effects of a fading wave are perceptible for up to a third of their wave length. After that they decay rapidly, disrupting the output of the system. The actual efficiency of the display (with frequencies of 3-30 MHz) decays suddenly beyond two meters. At a lower operating frequency (the King’s Chamber resonates at 740 Hz) or greater wavelength, this usable range increases, but it needs a loop of vast dimensions to keep the advantage constant. The use of precious metals like gold reduces the resistance of the loops, boosting their merit factor Q and increasing the efficiency of their energy transfer.

 

13.jpg

 

 

 

14.jpg

 

 

 

 

 

All’ interno dei condotti della camera del re sono visibilmente presenti oggetti metallici come barre e tubi.

 

Inside the conduits of the King’s Chamber there are metal objects like bars and tubes clearly to be seen.

 

 

Nel papiro di Ani da sinistra verso destro la trasformazione della biomassa, formata da canne palustri e deiezioni animali con l’aiuto dell’aria fornita dalla scimmia (polmoni) e lo sciacallo (stomaco), in energia sotto lo sguardo della dea iside. L’ultima figura femminile a destra tiene in mano lo zed, strumento per la ricezione dell’energia prodotta.

 

From left to right in the Ani papyrus, the transformation of the biomass into energy is shown, watched over by the Godess Isis. This transformation of the marsh reeds and animal excrement took place with the help of air supplied by the monkey (lungs) and the jackal (stomach). The last female figure on the right holds the zed in her hand, the instrument for receiving the energy produced.

 

 

15.jpg

 

Mentre nella raffigurazione del tempio di Dendera viene rappresentata un’onda elettromagnetica e il meccanismo di trasferimento dell’energia allo strumento ricevitore lo Zed.

 

The relief in the Temple of Dendera, however, shows an electromagnetic wave and the mechanism for the energy transfer to the receiver.

16.jpeg

L’iscrizione del tempio riporta nella colonna di sinistra:

The inscription in the temple tells us on the left hand column:

17.gif

“La tua potente luce ‘Mhn’ – Men – da questa regione alla regione di Reret, eternamente in vita e in serenità”.

Your powerful light ‘Mhn’ Men – from this region to the region of Reret, eternally alive and bright.’

“Mi dicono:“Voi siete fuori della questione, voi siete fuori dalla scienza.”

Prima nessuna scienza escludeva dal proprio ambito le questioni filosofiche che con essa si riconnettevano; adesso la Storia dice apertamente che le questioni riguardanti i destini dell’umanità, le leggi del suo sviluppo, sono fuori dalla scienza. La fisiologia sostiene di conoscere i processi dell’attività nervosa, ma le questioni della libertà o della non libertà dell’uomo sono fuori del suo ambito. La giurisprudenza sostiene di conoscere la storia dell’origine delle tali e talaltre disposizioni, ma sostiene del pari che la questione se e in quale misura queste disposizioni rispondano al nostro ideale di giustizia, si trova al di fuori del suo ambito, e così via. Ancora peggio la medicina dice: questa vostra malattia è fuori dalla scienza. E allora a che diavolo mi servono le vostre scienze? E’ meglio che giochi a scacchi, allora. E invece tutti voi studiate soltanto perché studiare è un’occupazione piacevole; anche se sai che non impara niente.

Che ho mai da menar vanto, se arriverò a conoscere fino all’ultimo geroglifico, e però non sarò in grado di capire il significato di una sola iscrizione geroglifica?

E’ ora di capire che questa speranza vive da 3000 anni storici, e noi non siamo avanzati di un capello nella conoscenza di ciò che è giustizia, di cosa sia la libertà, di quale il senso della vita umana.

Giocare a scacchi è un’occupazione piacevole: ma in essa non c’è niente di cui andare orgogliosi, e ancor meno c’è ragione di disprezzare coloro che non sanno giocare a scacchi.”

Tratto da: Una conversazione sulla scienza – Lev Nikolaevič Tolstoj.

 

‘ They say to me: “ Without questions, you are without science.” Earlier, no science denied access to relevant philosophical questions. Today, History states openly that

questions regarding the destiny of humanity and the laws governing its development form no part of science. Physiology claims to know the functioning of the nervous system, but questions of man’s liberty or lack of it are outside its field. Jurisprudence claims to know the origins of the history of this or that regulation, but equally maintains that the question as to whether and to what degree such regulations correspond to our ideal of justice, is outside its field, and so on. Worse still, Medicine states: this disease of yours is beyond science. And so what use, in the devil’s name, are your sciences to me? It is better to play chess, then. And instead you all study only because to study is a pleasurable occupation; even if you know that you learn nothing.

What on earth have I to boast about if I get to know every hieroglyph and yet am not able to understand the meaning of a single hieroglyphic inscription?

It is time to understand that this hope has been alive for 3,000 years of history and we have not advanced a hair’s breadth in our knowledge of what justice is, what liberty is or what is the meaning of human life.

Playing chess is a pleasurable occupation: but in itself there is nothing to be proud about, and even less reason to despise those who cannot play chess.’

From: A conversation on Science – Lev Nikolaevic Tolstoj

 

Gazie a Tutti.

 

Taduzione a cura di Andrew Stevenson

L’IDROGENO DI CHEOPE 4° PARTE – THE HYDROGEN OF CHEOPS PART 4ultima modifica: 2009-10-24T11:08:00+02:00da pallinof
Reposta per primo quest’articolo

3 Commenti

  • Molto interessante la descrizione simbolica del funzionamento della piramide.
    Osiride che rappresenta la vita e che dà vita poi in seguito ai conflitti familiari muore per rinascere successivamente e trasformarsi.
    Una bella immagine della ciclicità della vita-morte-vita e dell’energia.
    Ciao! a presto

  • ciao sono simo umm.. interessante è stato il trattato sulla piramide sono rimasto incuriosito dall’argomento e ne vorrei sapere di piu naturalmente a basso costo se sonò a costo zero sai il mio motto è diffondi la conoscenza ed ho già provveduto ad divulgare le pag. web dove ho trovato il trattato sulla produzione di idrogeno con la piramide. naturalmente tutto quello che ho letto mi scaturiscono delle domande, alcune spontanee, la prima è: tutto quello che si dice sull’energia cosmica?, brevetti riaffila-lamette?, mummificazione?, il dott pinchele e lo zed?, che ci mette addirittura la faccia in televisione, sono tutte: (stronzate perdona la licenza) ecc.ecc…. ummm sono confuso ed anche un pò deluso direi… ma in fondo ci vorrei credere a quest’ultima teoria dell’uso della piramide… ma rimane pur sempre il mistero su come le hanno costruite; io un ipotesi c’è l’avrei: e se hanno trovato il modo di sciogliere la pietra? due possono essere i modi uno è con la fusione ad elevatissime temperature, be secondo la teoria della produzione di energia elettrica con la stessa piramide; la seconda teoria può essere usando delle piante in grado di ammorbidire o sciogliere la pietra umm.. a voi il compito di risolvere i mistero…….. ciao a presto

  • salve a tutti volevo riprendere l argometo che ho lasciato quasi un anno fa con molte domande, ora riflettendo intorno a ricerche e scambi di opinioni, ho una convinta e quasi certa teoria di come è stata costruita la grande piramide…..nelle civilta remote la cosa piu importante per richiamare popolazioni nelle citta era da parte dei sovrani quello di doninare l acqua di dare la possibilita a tutti di usare questo bene preziosissimo….ora immaginate un esercito di ingegneri al soldo di un faraone ricchissimo cosa potevano ingegnare? canali per l approvigionamento, canali per lo scarico di acque nere,dighe e ritegni di ogni genere….e poi chi nnon si è accorto da piccino piccino quando eravamo a mare con palette e secchielli,che nel mio caso gracilino potevo sollevare e spostare sassi quasi piu grandi di me,quanti di voi? e un principio che e sempre esistito sin dalla notte dei tempi,e vuoi che ingegneri che al minimo fallimeto sulle ricerche o ritardi di costruzioni,saltavano via le teste, nn si erano mai accorti di tale principio? be secondo me e ora vengo al dunque la GRANDE PIRAMIDE è STATA COSTRUITA DALL’INTERNO SECONDO TALI PRINCIPI FACENDO RISALIRE I BLOCCHI DA CANALI INTERNI E INIZIANDO A POSIZIONARLI A LATI DELL BASE PIANO PIANO FINO POI A SALIRE SALIRE ECC…ora spero che faccia riflettere questo e che qualcuno mi dia torto e che mi spieghi senza tanta fantascienza cone si possono costruire tali meravigle

Lascia un commento